0.00 (0 voti)

La camilla è senza dubbio una delle mie merendine preferite. Da piccolo le adoravo e ora non le mangio sia per la linea che comunque tende naturalmente ad una conica e sia perchè, se proprio devo, preferisco sempre un dolce fatto in casa. Avevo da tempo l'idea di creare un dolce da colazione e lievitato che avesse i sapori tipici di questa merendina, ovvero la carota e la mandorla. Sono partito da una ricetta di base e poi l'ho calibrata direttamente in macchina annotando ingredienti e pesi. Eccovi il risultato.

0.00 (0 voti)

Mi piace molto giocare con i sapori della brioche mattutina. Una spezia, un seme, un cereale possono dare quel sapore in più che rende speciale il momento della colazione. Certo non tutti gli abbinamenti possono essere sempre perfetti. In questo caso devo dire che il risultato è stato davvero buono e quindi vi scrivo la ricetta di questo panbrioche ai cereali e cannella.

0.00 (0 voti)

Questo pane non è pane, è una droga: porta letteralmente dipendenza. Ho trovato in un negozio un preparato ai cereali per pane del Molino Magri. Questo preparato - preparato perchè è un mix di farine, cereali e miglioratori (malto, lievito, glutine, etc..) - si chiama nucleo plus ai cereali ed è bilanciato per permettere di preparare un buon prodotto anche con farine difficili come la segale, l'orzo, il mais etc.. Queste farine con poco glutine e tanti enzimi infatti difficilmente portano a prodotti da forno con una buona struttura quindi alcuni mulini preparano dei mix bilanciati per compensare gli svantaggi di questi cereali. Ho provato e mi sono innamorato di questo prodotto e del pane che, dopo qualche tentativo, è uscito dal nostro forno.

0.00 (0 voti)

I dolci alla zucca sono tra i miei preferiti e mi piace che quando un dolce ha un ingrediente caratterizzante, questo sia davvero protagonista nel gusto. Questa brioche l'abbiamo preparata per Halloween, per offrirla ai bambini in formato muffin con un gattino di pasta frolla al cacao poggiato sopra prima della cottura. Per Halloween, a causa del poco tempo, avevamo dovuto optare per il lievito di birra ma avevamo intenzione di ricalibrare il tutto per usare il lievito naturale ed ecco la versione sia con li.co.li. che con pasta madre solida.

0.00 (0 voti)

Quando viene bene, viene bene. La pizza in teglia del sabato sera a volte ci riesce proprio bene. Stavolta impasto perfetto e condimento da capogiro con una accurata miscela dei nostri sapori preferiti.

0.00 (0 voti)

Per me un buon biscotto non dev'essere troppo dolce, anzi mi piace quella nota sapida di alcuni frollini. Il sapore del biscotto dev'essere nella farina, magari datto da della frutta secca o candita. Insomma un buon biscotto dev'essere buono, non dolce e basta. Questi sono davvero un mix entusiasmante di sapori grazie alla cannella, che io adoro alle noci e al cioccolato fondente. Vediamo come si preparano.

0.00 (0 voti)

Per il compleanno del mio papà abbiamo fatto una bella grigliata di carne in giardino ma nel menù, un bel lievitato salato, uno stuzzichino non può mancare. La torta di rose alla cipolla rossa è uno dei rustici lievitati che adoro ma ho voluto approfittare dell'occasione per tentare un impasto nuovo, più leggero di altri fatti in passato, senza uova e tuorli. Ero scettico ma l'impasto si è rivelato davvero fantastico, sia nella lavorazione ma soprattutto nella morbidezza e nel sapore. Il merito è senza dubbio della farina, la splendida, mitica farina Petra 1 del Molino Quaglia. Inutile dire che per il ripieno potete preparare qualcosa di diverso e che sposi di più il vostro gusto, se la cipolla rossa piccante non è uno dei vostri amori, ma l'importante è che al momento della formatura delle rose, questo sia freddo e denso.

0.00 (0 voti)

Totò direbbe «e ho detto tutto». E in effetti Cannoli Siciliani dice prorpio tutto. Fantastici, meravigliosi. Un dolce tradizionale, semplice e gustosissimo. La nostra recente vacanza in Sicilia c'ha fatto venir voglia di provare a farli anche perché, avendo un fresco ricordo di quelli gustati lì, potevamo giudicare meglio il risultato. Prepararli non è difficile ma bisogna conoscere alcuni trucchetti per far in modo che riescano al primo colpo.
Come per la Pastiera napoletana, i cannoli siciliani hanno tantissime ricette e famiglia, o pasticceria, che vai, variante che trovi. Solo nei nostri libri di pasticceria abbiamo trovato dieci ricette tutte diverse, per non parlare del web. E' così, è il bello o il brutto dei dolci tradizionali, hanno avuto modo di mutare nelle mani delle casalinghe, sulla base dei gusti o dei prodotti locali. Quindi possiamo dire che NON esiste il cannolo siciliano. Allo stesso tempo però ci sono degli elementi, proprio come la pastiera, che identificano e rendono autentica questa preparazione, come l'uso della ricotta di pecora per il ripieno o dell'aceto di vino rosso nell'impasto. Anche il marsala si ritrova spesso nell'impasto anche se, già noi qui vi offriamo una versione con e una senza marsala.
Il post sarà un po' lungo non perchè la preparazione sia complessa ma proprio perchè vogliamo darvi tutti quei piccoli consigli per riuscire al meglio direttamente al primo tentativo (noi abbiamo dovuto fare qualche prova per trovare la procedura più giusta). Allora passiamo alla ricetta.

0.00 (0 voti)

Questa avventura nel mondo della pasticceria c'ha fatto scoprire sapori nuovi e abbinamenti impensati ma per alcune persone il primo amore non si scorda e se si parla di pasticceria per Susanna questo è sua maestà il cioccolato. Per il suo onomastico quindi non potevo non prestarmi alla preparazione di questo dolce che gira tutt'intorno al cioccolato in diverse sfumature. Dall'unione di diverse preparazioni vi presentiamo questa torta il cui aspetto è quello di un grande pan di stelle ma non ha niente a che fare con quei dolci fatti ammassando biscotti.