0.00 (0 voti)

Se vi piace una merenda sana, poco dolce ma comunque estremamente piacevole al palato, questi biscotti fanno per voi. Ricchi di fibre con fiocchi d'avena e farina integrale trasformano la pausa dolce in un appuntamento sano per il nostro corpo, a patto di non esagerare con le quantità. Facili da preparare. E' necessario però porre molta attenzione alla cottura stando attenti a non bruciarli.

0.00 (0 voti)

Lo so, potrei sembrare ripetitivo nel dirvi che questa torta è speciale, particolare o unica ma non voglio mentirvi, lo è! La verità è che quando si fanno le cose con passione, con ottimi ingredienti e con un minimo di tecnica, i risultati poi sono davvero speciali. Come per altre torte con la frutta, non mi stancherò mai di ribadire il ruolo di un'ottima materia prima. In questo caso il mango. Un frutto che a me piace molto ma che compro raramente perchè spesso quelli nei supermercati non solo, non sono maturi ma sono anche di frigo e una volta portati a casa diventano in poco tempo molli e scuri senza maturare con il risultato di non saper di nulla. Se invece, come è capitato per caso a me stavolta, trovate un bel mango maturo o comunque in via di maturazione e bello sodo, prendetelo perchè sarà l'ingrediente chiave di questo dolce molto, ma molto particolare. Anche le noci pecan sono un ingrediente abbastanza esotico. Ormai le si trova con non troppa difficoltà anche se sono abbastanza costose. Se avete delle noci classiche dolci, senza retrogusto amarognolo, potete anche sostituirle alle pecan.

0.00 (0 voti)

A volte i dolci semplici sono i più buoni. Questa crostata è semplicemente meravigliosa. Noi abbiamo la fortuna di avere uno splendido albero di progne in giardino e quindi siamo partiti dalla frutta fresca. Se non avete modo o voglia di preparare da voi la confettura, abbiate cura di sceglierne una buona, magari Bio e senza troppo zucchero per apprezzare davvero il gusto della frutta. La pasta frolla che vi proponiamo è semplice quanto straordinariamente gustosa. Se la trovate, sostituite pure la farina debole 00 della ricetta con una, sempre debole, ma di tipo 1, come la Petra 5 del Molino Quaglia o la Uniqua Bianca del Molino della Giovanna. Il risultato sarà un gusto ancora più interessante. Il tocco delle mandorle poi, quella leggera croccantezza, rende questa preparazione una coccola per la colazione.

0.00 (0 voti)

Bhe, direi che il titolo di questa ricetta dice già tanto. Una ricetta che qualcuno potrebbe considerare al limite della pasticceria. Ceci? Melanzane? Si, questi ingredienti stanno benissimo in pasticceria e in questa ricetta si fondono in un'armonia di sapori disarmante. Provatela e anche i più scettici si ricrederanno. Una ricetta alla portata di tutti, semplice ma dal risultato davvero unico.

0.00 (0 voti)

I marron glacé sono un ingrediente decisamente prezioso in pasticceria. In questo caso non abbiamo bisogno di quelli interi, decisamente più costosi, bensì del cosiddetto rottame di marroni che ha un costo al dettaglio decisamente più basso di circa 20€/kg. C'è da dire che non sono neppure facili da acquistare per noi amatori o comunque non professionisti. Quelli utilizzati per questa ricetta sono frutto di un esperimento di canditura di marroni che abbiamo fatto lo scorso autunno. In particolare abbiamo sperimentato la canditura alla Francese tenendo i marroni, precedentemente sbollentati e sbucciati, in uno sciroppo di acqua e zucchero a circa 70°C per 7-10 g, aggiungendo poi sciroppo man mano che questo diminuiva per l'evaporazione dell'acqua.
Inutile dire che questo "rottame" di marroni canditi fatto in casa è meraviglioso e quindi ci sembrava doveroso farne un buon utilizzo in una cake di tutto rispetto. La ricetta è davvero banale, il risultato sempre strepitoso.

0.00 (0 voti)

Torniamo sul metodo bignè per preparare una morbida e gustosissima cake da colazione. Stavolta con frutti rossi ma ricordate che potete variare restando in tema di frutta disidratata e quindi, per esempio, fare la vostra versione ai datteri, o con le prughe etc. etc.
La ricetta è molto semplice. Avrete un dolce gustosissimo in pochi minuti.

0.00 (0 voti)

Questo panbrioche è ottimo per la colazione, poco dolce ma buonissimo e fragrante. In questo caso, complici un po' di resti delle festività natalizie da smaltire, l'abbiamo arricchito con della frutta secca tostata in granella ma potete sia lasciarlo vuoto o utilizzare altre farciture come frutta disidratata o gocce di cioccolato.

0.00 (0 voti)

Questo dolce è semplicemente la fine del mondo. Il gusto della birra si sposa perfettamente a quello dei fichi e dell'uvetta. Un dolce perfetto per l'inverno e per salutare il Natale ormai alle spalle e magari, perchè no, per smaltire gli avanzi di frutta secca delle festività. La ricetta è semplicissima e si prepara in pochi minuti.

0.00 (0 voti)

Questa ricetta nasce per il "riciclo" da panettonata. Chi si è lanciato nella produzione casalinga di un grande lievitato sa bene che questo comporta un certo esubero di ottimi ingredienti che spesso si fa, giustamente, fatica a buttare e tocca inventarsi un modo per smaltirli. Se si usano uova fresche, si ha un gran avanzo di albumi. La pasta madre va rinfrescata molto e in dosi abbondanti con l'immancabile esubero del nostro amato lievito naturale. In questo caso, per noi che abbiamo preparato in casa anche i mandarini cinesi canditi, per le sospensioni del panettone, c'era anche dello sciroppo di zucchero al 72% molto aromatico che pareva davvero un peccato buttar via. La soluzione in questi casi? Armarsi di calcolatrice e spirito d'avventura e bilanciare una ricetta ad hoc. Ecco la nostra.