0.00 (0 voti)

La pasta frolla è una preparazione molto antica, La pasta frolla, e come tale di certo non necessita per forza dell'utilizzo di elettrodomestici per essere preparata. Certo, oggi questi validi aiutanti sono estremamente diffusi e oltre quelli più specifici come planetarie e impastatrici, anche molti robot da cucina, grandi e piccoli, montano accessori per impastare, montare etc., ed è per questo che nel precedente post sui metodi d'impasto della frolla, La pasta frolla: metodi d'impasto, abbiamo fatto riferimento all'uso della planetaria.

Sia per la frolla classica che per quella sabbiata possiamo procedere a mano. Ci vorrà un pò più di tempo e di olio di gomito ma avremo anche minor rischio di impastare troppo energicamente e di far sviluppare il glutine.

Metodo classico

Disponete la farina sulla spianatoia e fate un buco al centro, la classica fontana. Fate un buco bello largo nella farina e sul bordo interno di questo versate lo zucchero. Fate in modo da lasciarvi comunque lo spazio al centro per la lavorazione e metteteci i dadini di burro. In questo caso è bene che il burro sia ridotto precedentemente a cubetti piccoli, circa mezzo centimetro di lato e utilizzato a 12-13°C. Lavoratelo con le dita il tempo da fargli perdere la forma. A questo punto aggiungete le uova sbatture, il sale e gli aromi e, o con le mani o con una forchetta, amalgamateli bene al burro. A questo punto cominciate pian piano a prendere farina dal centro verso l'esterno a spirale e ad amalgamarla alla parte liquida. Quando l'impasto sarà sodo, pressatelo con le mani fino ad ottenere il vostro panetto. A questo punto avvolgetelo ben stretto nella pellicola trasparente e mettetelo in frigorifero per almeno un paio di ore o meglio per un giorno intero.

Metodo sabbiato

Disponete la farina sulla spianatoia e fate un buco al centro, la classica fontana. Metteteci i dadini di burro. In questo caso è bene che il burro sia ridotto precedentemente a cubetti piccoli, circa mezzo centimetro di lato e utilizzato a 12-13°C. Lavoratelo con le dita il tempo necessario per fargli perdere la forma. A questo punto iniziate a sabbiare la farina, ovvero a mescolarla con il burro dal centro verso l'esterno con un andamento a spirale. Quando il composto sarà simile alla sabbia, aggiungete lo zucchero, il sale e gli aromi. Raccogliete il tutto al centro e rifate il classico buco della fontana. Mettete al centro le uova sbattute e pian piano, sempre a spirale, amalgamate bene il tutto. Quando l'impasto sarà omogeneo e sodo, pressatelo con le mani fino ad ottenere il vostro panetto. A questo punto avvolgetelo ben stretto nella pellicola trasparente e mettetelo in frigorifero per almeno un paio di ore o meglio per un giorno intero.

Con questi due metodi potete preparare la pasta frolla nel modo più classico e tradizionale.
Se vi cimentate in questa preparazione, non dimenticatevi di farci sapere com'è andata, condividete sui nostri social!

Ti è piaciuto?